mercoledì, 20 Ottobre 2021

Lavoro, allarme disoccupazione giovanile e femminile dell’Ocse: Italia seconda solo alla Spagna

Dopo marzo 2021, la disoccupazione giovanile in Italia torna a crescere, dal precedente 31,9% a 33%, fissando il nostro paese in Pole Position dopo la Spagna, tra i paesi Ocse.

Da non perdere

Dopo marzo 2021, la disoccupazione giovanile in Italia torna a crescere, dal precedente 31,9% a 33%, fissando il nostro paese in Pole Position dopo la Spagna, tra i paesi Ocse. Lo si evince infatti dalle tabelle sulla disoccupazione nei paesi dell’Area, secondo le quali il tasso medio è del 13,3%, in calo rispetto al 13,6% di febbraio.

Per quanto riguarda la situazione in Spagna, il tasso di disoccupazione dei giovani tra i 15 e i 24 anni è del 37,7%, in calo di più di un punto dal 38,8% registrato a febbraio. Il tasso di disoccupazione delle donne in Italia, a differenza degli altri paesi Ocse, è in crescita dal mese di marzo, registrando picchi dell’11,4% rispetto all’11,3% di febbraio a fronte di un calo medio nei paesi Ocse dal 6,8% al 6,6%.

In Italia la disoccupazione femminile nel mese di marzo, nonostante il blocco dei licenziamenti ancora in vigore per l’emergenza Covid 19, è la più alta nei paesi Ocse dopo la Colombia (18,3% ma in calo dal 19% di febbraio) e la Spagna (17,4% dal 17,6% di febbraio).

Ultime notizie