martedì, 21 Settembre 2021

Bruxelles, Khodorkovsky al Parlamento europeo: “Attività nemiche russe in Occidente”

L'oppositore russo esiliato da Putin ha spiegato come la Russia si infiltra nelle politiche degli Stati dell'UE

Da non perdere

Quello che il Cremlino sta facendo con l’Ue sembra una guerra fredda“. Queste le parole del filantropo russo Mikhail Khodorkovsky che oggi è intervenuto in Commissione per le interferenze estere sull’ingerenza del Cremlino negli affari dell’Unione europea. L’incontro è stato tenuto in associazione con la Commissione per gli Affari Esteri e la delegazione del Parlamento presso la Commissione di cooperazione parlamentare UE-Russia.

Il Cremlino è coinvolto nel conflitto armato in Ucraina e per la prima volta dalla fine della Seconda guerra il territorio di uno Stato europeo è stato annesso, faccio riferimento alla Crimea“, ha aggiunto l’oppositore russo. “La Russia fa ingerenza nella politica dei Paesi occidentali“: Khodorkovsky ha sottolineato quanto la Germania sia tra i Paesi più nel mirino di Mosca; lo testimonia la presenza di funzionari russi che “fanno lobbying e hanno contatti con decine di deputati del Bundestag che promuovono l’agenda russa“. Non solo Berlino: anche la Francia sarebbe stata usata per progetti filo russi, “in particolare per l’azienda di troll (creatori di fake news n.d.r.) che fomentava sentimenti antifrancesi nei Paesi africani“.

Secondo l’esiliato russo, i contatti tra Cremlino e politici sono avvenuti a vari livelli in Europa. Si tratta di “attività nemiche” che hanno il preciso scopo di minare le politiche dell’Unione, provocando invece “conflitti, corruzione e intimidazione fisica”.

Ultime notizie