sabato, 25 Settembre 2021

Gerusalemme, seconda notte di scontri sulla Spianata delle Moschee: 100 i feriti

Un razzo è stato lanciato da Gaza nel sud di Israele, senza provocare danni o vittime. In risposta, raid aereo contro una postazione militare di Hamas nei territori contesi.

Da non perdere

Seconda notte di scontri a Gerusalemme est tra manifestanti palestinesi e forze dell’ordine sulla Spianata delle Moschee. Il bilancio è di circa 100 feriti.

Intanto, si apprende che un razzo è stato lanciato da Gaza nel sud di Israele, senza provocare danni o vittime. E, in risposta – ha fatto sapere l’esercito – è stato lanciato un raid aereo contro una postazione militare di Hamas nei territori contesi.
La Spianata delle Moschee, dove si erano radunati nella notte circa 90mila fedeli, è stata nuovamente teatro di violenti scontri, nei pressi della porta di Damasco e nel rione di Sheikh Jarrah. Per precauzione, è stata sgomberata la spianata antistante il muro del Pianto, che si trova proprio a ridosso della Spianata delle Moschee, impedendo alla sassaiola di colpire i fedeli ebrei.

Ingente lo spiegamento dei reparti di polizia anche oggi nella Città Vecchia di Gerusalemme est. La tensione resta alta, infatti, anche lungo la linea di confine con la Striscia di Gaza dopo gli incendi di ieri ai campi agricoli israeliani, innescati dai palloni incendiari.

Ultime notizie