mercoledì, 20 Ottobre 2021

Libia, spari sui pescherecci italiani. Il comandante dell’Aliseo: “Vivi per miracolo. La cabina piena di buchi”

Il motopeschereccio 'Aliseo' arriverà in porto domani in mattinata. Dopo l'attacco a colpi di mitraglia della motovedetta libica, il comandante ripercorre gli attimi bui vissuti ieri.

Da non perdere

“Vivi per miracolo”: queste le parole del comandante Giuseppe Giacalone, in navigazione verso Mazara del Vallo, dopo il mitragliamento avvenuto ieri a largo delle coste libiche. “Ci hanno sparato a pallettoni, qui la cabina è piena di buchi”. Il motopeschereccio ‘Aliseo’ arriverà in porto domani in mattinata.

Il comandante ripercorre gli attimi bui vissuti ieri: “Erano le 14 quando, mentre eravamo in navigazione verso Nord-est ci ha raggiunto una motovedetta libica e ha iniziato a sparare. I colpi ci hanno raggiunto e i vetri della plancia sono andati in frantumi”.

È rimasto ferito ad un braccio e anche alla testa, in seguito alla rottura del finestrino della cabina, e alla dispersione delle schegge di vetro che l’hanno inevitabilmente colpito.

Poi Giuseppe Giacalone racconta che i militari a bordo della motovedetta, vedendolo ferito hanno cercato di giustificarsi con frasi come: “Perdono, perdono, ora ti soccorriamo”, mentre l’imbarcazione veniva sorvolata dall’elicottero della Marina Militare italiana che fortunatamente è intervenuta in loro soccorso.

Ultime notizie