domenica, 1 Agosto 2021

Prato, morte Luana D’Orazio: 2 indagati per l’incidente sul lavoro della giovane operaia

Accertamenti tecnici sulla valutazione del funzionamento dei dispositivi di sicurezza del macchinario al quale la ragazza stava lavorando. Due persone sono state iscritte nel registro degli indagati

Da non perdere

La Procura di Prato ha aperto un’inchiesta sulla morte di Luana D’Orazio, la giovane operaia di 22 anni e madre di un bimbo di 5, morta sul lavoro lo scorso 3 maggio. Due sono le persone iscritte nel registro degli indagati. La motivazione riguarda gli accertamenti tecnici sulla valutazione del funzionamento dei dispositivi di sicurezza del macchinario al quale la ragazza stava lavorando.

Luana viveva a Pistoia. Il 3 maggio, verso le 10 di mattina, ha perso la vita mentre lavorava in una fabbrica tessile a Montemurlo, in provincia di Prato. Secondo le ricostruzioni, la giovane stava utilizzando l’orditoio, quando è rimasta agganciata ad un rullo, finendo intrappolata nel macchinario.

Sul posto è arrivato subito il medico del 118 che, purtroppo, non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. A stretto giro sono arrivati anche il magistrato di turno, i Carabinieri e il personale Asl per la sicurezza nei luoghi di lavoro.

Il macchinario è stato posto sotto sequestro. In questo modo si potrà proseguire con gli accertamenti necessari per capire la dinamica dell’incidente. Una squadra dei Vigili del Fuoco è intervenuta per recuperare il corpo, dopo il nulla osta del pubblico ministero

Ultime notizie