mercoledì, 16 Giugno 2021

Gran Bretagna, il premier Johnson: no al voto bis per indipendenza della Scozia “scriteriato e irresponsabile”

Boris Johnson ritiene che il rilancio dell'economia e dell'occupazione sono "le vere priorità" della gente.

Da non perdere

A pochi giorni dalla ratifica della Brexit, Boris Johnson si espone su un altro tema caldo per la Gran Bretagna: “Un referendum bis sulla secessione della Scozia sarebbe ‘scriteriato e irresponsabile’ – afferma – proprio ora che la Gran Bretagna della Brexit ha bisogno di unità per vincere la sfida del post Covid”. Il commento è la risposta all’ultimo appello della leader indipendentista del Partito Nazionale Scozzese, Nicola Sturgeon, in vista del voto per il rinnovo del Parlamento scozzese: il più importante nella tornata amministrativa di domani nel Regno Unito.

La richiesta di un nuovo referendum per l’indipendenza della Scozia è infatti in cima alla lista delle priorità della Sturgeon, una volta superata l’emergenza sanitaria della pandemia.

Il rilancio dell’economia e dell’occupazione sono “le vere priorità” della gente, ha tuonato il premier Tory. Non senza ricordare il no all’indipendenza suggellato “solo pochi anni fa” nel referendum del 2014, quando con il 55% dei voti si stabilì che la Scozia non sarebbe diventata uno Stato indipendente.

Ultime notizie