domenica, 26 Settembre 2021

Covid Sicilia, nessuno vuole AstraZeneca: 250mila dosi di vaccino nei frigoriferi

Gli stop a singhiozzo e i casi di cronaca hanno alimentato l'insicurezza dei cittadini nel vaccino AstraZeneca, i frigoriferi della Regione Sicilia sono pieni.

Da non perdere

“Verso AstraZeneca c’è stata e c’è una comprensibile, ma ingiustificata psicosi, a fronte di 5-6 decessi la cui connessione con il vaccino comunque è stata esclusa”. Parola del governatore della regione Sicilia, Nello Musumeci, preoccupato per l’andamento vaccinale nella sua regione.

Nei frigoriferi ci sono 25 mila dosi di AstraZeneca inutilizzate, questo lo sconfortante dato aggiornato fornito dal dirigente generale del Dipartimento per le Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico (Dasoe), Mario La Rocca.

“Spero che il generale Figliuolo voglia comprendere che da parte nostra non c’è alcuna volontà di essere disobbedienti, ma avvertiamo tutti il peso della responsabilità della specifica condizione epidemiologica dell’isola ma anche di carattere sociale. Dobbiamo correre, altrimenti non ce ne usciremo più da questo tunnel”. Il riferimento di Musumeci è alla decisione della Sicilia di avviare la campagna vaccinale di massa nelle isole minori. Saranno infatti somministrate le dosi a tutti i cittadini dai 18 anni in su a partire da Lampedusa e Linosa nel weekend, da lunedì nel resto delle isole.

“Abbiamo deciso di aprire da domani la prenotazione ai cittadini dai 50 anni in su, per l’esattezza dai nati dal 1971 – aggiunge tra le altre cose – è chiaro che non abbiamo poteri sanzionatori o coercitivi, per convincere i riottosi”.

Ultime notizie