venerdì, 17 Settembre 2021

Covid Germania, calano i contagi: dal Governo meno restrizioni per i vaccinati

Il ministro delle salute Spahn: “Il vaccino non elimina del tutto il rischio di contagio, ma lo riduce fortemente. Concederemo più libertà alle persone immunizzate”

Da non perdere

La Germania registra un calo di nuovi casi. Nella giornata di ieri 3 maggio, il bollettino riporta 7.534 nuovi casi di contagio da coronavirus rispetto ai 9.160 del giorno prima. Sale, però, il numero delle vittime: 315 rispetto alle 84 di domenica.

L’istituto Robert Koch, che si occupa di monitorare l’andamento della pandemia nel Paese, riferisce che il totale dei contagi dall’inizio dell’emergenza è di 3.433.516, quello delle vittime 83.591. Le persone guarite dal virus sono, invece, circa 3.061.500.

Un accordo raggiunto fra i partiti del governo, Cdu e Spd, e che nei prossimi giorni verrà approvato in Parlamento, prevede una diminuzione delle restrizioni per chi ha ricevuto entrambe la dosi di vaccino“Il vaccino non elimina del tutto il rischio di contagio, ma lo riduce fortemente. Perciò, concederemo più libertà alle persone immunizzate”, ha riferito il ministro della salute Spahn.

Forse già da sabato, i vaccinati potranno uscire e spostarsi senza rispettare l’obbligo del coprifuoco e la riduzione dei contatti. Con la certificazione dell’avvenuta vaccinazione viene inoltre eliminato l’obbligo del tampone per quelle regioni che permettono di visitare un museo, fare shopping o andare dal parrucchiere esibendo un test negativo. Lo stesso vale per chi arriva dall’estero. Le persone immuni non dovranno effettuare il test né sottoporsi ad un periodo di quarantena.

In Germania, le somministrazioni hanno raggiunto il record di quasi un milione al giorno. Le autorità sanitarie ritengono che, continuando con questo ritmo, a luglio, tutti coloro che lo vorranno saranno immunizzati. Tuttavia, i grandi eventi non verranno realizzati. Anche per quest’anno, gli amanti della birra dovranno rinunciare all’Oktoberfest.

Ultime notizie