domenica, 26 Settembre 2021

Roma, volo dall’India: un caso di variante indiana tra i 23 positivi a bordo

I risultati dei tamponi molecolari sui 23 passeggeri del volo atterrato a Fiumicino il 28 aprile hanno dato per certo un caso di variante indiana tra i contagiati.

Da non perdere

Tra i 23 passeggeri, del volo partito dall’india e atterrato all’Aeroporto internazionale di Fiumicino lo scorso 28 aprile, risultati positivi al covid, solo uno è risultato affetto dalla variante indiana. Lo Spallanzani fa sapere, inoltre, che solo 12 dei 23, pur presentando dei ceppi indiani, sarebbero privi della specifica mutazione del virus da cui ha origine la temuta variante.

Intanto, la situazione in India è davvero drammatica, con quasi 20 milioni di contagi in totale, e per questo il governo ha deciso per un’apertura al vaccino per tutta la popolazione adulta. Un’impresa pantagruelica, se si pensa che, secondo le cifre registrate dal The Guardian, sono ben 900 milioni le persone da vaccinare.

Nel frattempo i casi hanno raggiunto livelli altissimi: 368.147 contagi nelle ultime 24 ore, con 3.417 morti.

Delhi, nello stato di Mumbai, il Maharashtra, e in Karnataka, Kerala, Uttar Pradesh, Tamil Nadu, West Bengal, Andhra Pradesh, Rajasthan e Bihar: questi gli stati indiani in cui si registra il 74% dei contagi dell’intera Nazione.

E l’ossigeno manca negli ospedali, costringendo i familiari dei pazienti alla ricerca disperata di bombole per riuscire a salvare i propri cari.

Ultime notizie