martedì, 18 Maggio 2021

USA, Caitlyn Jenner: “No alle donne trans negli sport femminili”

Caitlyn Jenner candidata a governatore della California, attivista trans ed ex campione olimpico contraria alle donne trans negli sport femminili.

Da non perdere

La  candidata Governatore della California Caitlyn Jenner prende ufficialmente posizione sulla partecipazione agli sport femminili delle atlete trasngender biologicamente uomini. Caitlyn Jenner, 71 anni, protagonista del reality “Al passo con le Kardashian” è stata medaglia d’oro di Decathlon alle olimpiadi di Montreal 1976 quando allora si chiamava William Bruce Jenner.

Oltre la possibile futura Governatrice della California, è un’attivista convinta per i diritti trans. Ma, nonostante il suo attivismo, ha dichiarato al sito web di gossip Tmz “Non è giusto. È una questione di giustizia, per questo mi oppongo alla partecipazione delle ragazze trans ma biologicamente maschi negli sport femminili. E dobbiamo proteggere gli sport femminili nelle nostre scuole”.

In un panorama, dove gli stati negli Usa sono in bilico sulla posizione da prendere sul divieto per le ragazze trans negli sport femminili, la Jenner si espone. Il Mississippi già nello scorso marzo, aveva fatto sì che il divieto diventasse legge. Secondo l’associazione ” The Human Rights Campaign”, la più importante negli Usa per la difesa dei diritti della comunità Lgbtq+, si presume che 17 stati stanno considerando di adottare una linea analoga.

A differenza degli Stati Uniti, la Spagna, questo febbraio aveva dato la possibilità di competere nello sport nella categoria del genere registrato, senza imporre alcun test di verifica del genere. Nonostante potrebbero esserci problemi successivi riguardanti questa pratica, il Consiglio superiore dello sport (Csd) non commenta le possibili conseguenze ma alcuni dubbi emergono, la possibilità di partecipare “secondo il sesso registrato” si scontra con le regole di tutte le federazioni internazionali, così facendo una donna trans potrebbe essere proclamata campionessa di Spagna ma non poter gareggiare a una competizione internazionale. Questa potrebbe essere solo una delle conseguenze.

Ma il problema dello sport riguarda solo le donne trans, infatti, per gli uomini trans la possibilità di fare sport e rappresentare la propria Nazione a livello internazionale è possibile, senza alcuna complicazione.

 

Ultim'ora