martedì, 28 Settembre 2021

Palestina, 15 anni d’attesa non bastano: rinviate le elezioni di maggio

Il Presidente Abu Mazen ha annunciato il rinvio delle elezioni fino a quando non sarà possibile votare anche a Gerusalemme Est.

Da non perdere

Dopo un’attesa di 15 anni, avrebbero dovuto svolgersi il 22 maggio le elezioni palestinesi, ora rimandate a data da destinarsi, fino a quando non sarà possibile votare anche a Gerusalemme Est.

“Abbiamo deciso di rinviare il voto fino a quando non sia assicurata la partecipazione dei residenti a Gerusalemme est”, ha dichiarato Abu Mazen durante una riunione a Ramallah. Il partito Fatah, a cui Abu Mazen appartiene, aggiunge inoltre che si assumerà tutta la responsabilità e le dovute conseguenze della decisione.

Contrariati invece gli appartenenti al movimento politico di ispirazione religiosa, Hamas, secondo i quali la decisione del Presidente “non concorda con il consenso nazionale e il sostegno popolare”. Le elezioni avrebbero dovuto chiamare al voto la popolazione per definire la nuova spartizione dei 132 seggi del Consiglio legislativo di Ramallah.

Ultime notizie