mercoledì, 20 Ottobre 2021

“Noi invisibili del mondo dello spettacolo”: intervista con Max Martulli

Da dove riparte il mondo dello spettacolo? Cosa abbiamo perso per strada?

Da non perdere


All’alba di questo nuovo 1 Maggio, giornata dedicata da sempre ai lavoratori, ma che oggi assume un significato diverso per tutti noi impegnati da sempre nel mondo dello spettacolo, un mondo crollato nell’oblio, come spesso abbiamo denunciato, tra dpcm e promesse disattese, un mondo in cerca di riscatto e rinascita, per tutti noi, quelli invisibili, quelli dietro le quinte ma indispensabili, ho pensato che ascoltare una voce autorevole, oggi,  fosse importante.

Ho voluto ascoltare la voce di chi ha macinato chilometri, montato palchi, risolto problemi fino all’ultimo istante pur di poter far andare in scena artisti titolati, quello che lo stesso Max Martulli ha chiamato in un suo docu-film “The Dark Side of the Show”.

Cosa è accaduto al “mondo dello spettacolo”? Da dove ripartiamo oggi? Lo abbiamo chiesto a Max, più che un tour manager lo potrei definire un fac totum, un Mister Wolf della musica che in questi anni ha reso possibile tante performance di band come Afterhours in primis ma anche Negrita, Vasco Brondi o Levante, la lista è lunga.

 

Ultime notizie