sabato, 18 Settembre 2021

Sud Sudan, vescovo italiano ferito con quattro colpi di pistola

Padre Christian Carlassare, vicentino, è stato aggredito insieme a una suora durante un attentato programmato.

Da non perdere

Un missionario italiano, Padre Christian Carlassare, vescovo della diocesi di Rumbek, in Sud Sudan, è stato aggredito da due uomini armati che lo hanno colpito con quattro proiettili alle gambe. Padre Christian è attualmente ricoverato in buone condizioni all’ospedale di Juba.

L’uomo, 43 anni anche lui originario di Schio, in provincia di Vincenza, come l’altra missionaria uccisa in Perù pochi giorni fa, Nadia De Munari, è il più giovane vescovo d’Italia ed era stato nominato l’8 marzo 2021 da Papa Francesco.

Prima di fare fuoco, gli aggressori hanno picchiato Padre Christian e la suora che era con lui sono stati picchiati durante un agguato, probabilmente organizzato per spaventare l’uomo e impedirgli di essere consacrato vescovo.

Dopo la nomina dello scorso mese, nei prossimi giorni era infatti programmata una cerimonia in cui il missionario dell’ordine dei comboniani del Cuore di Gesù, sarebbe diventato vescovo a tutti gli effetti, prendendo così il posto di Cesare Mazzolari, vacante dal 2011.

Ultime notizie