martedì, 18 Maggio 2021

Covid Padova, vaccinazioni in chiesa: la casa di Dio diventa un hub

Una settantina di anziani tra i 70 e i 74 anni hanno ricevuto il vaccino AstraZeneca e alcuni over 80 sono stati vaccinati con Moderna nella parrocchia di San Paolo del quartiere Sant'Osvaldo. 

Da non perdere

Il segno della croce si fa due volte: non solo dopo aver ricevuto la dose vaccinale, ma anche prima dell’inoculazione. Dopo gli stadi, anche le chiese si trasformano in hub vaccinali. 

È accaduto oggi a Padova, dove una settantina di anziani tra i 70 e i 74 anni hanno ricevuto il vaccino AstraZeneca e alcuni over 80 sono stati vaccinati con Moderna nella parrocchia di San Paolo del quartiere Sant’Osvaldo. 

Visto il piccolo numero delle persone da vaccinare, la fila è stata scorrevole, con massimo 10-15 persone in attesa.
Le vaccinazioni in chiesa sono partite grazie all’iniziativa della dottoressa Daniela Toderini, medico di medicina generale nel quartiere di Sant’Osvaldo, che aveva chiesto al parroco, don Paolo Rizzato, la disponibilità del luogo di culto per inoculare le dosi di AstraZeneca ai suoi pazienti. Il parroco è stato autorizzato dal vescovo Claudio Cipolla ed ha partecipato attivamente aiutando l’equipe medica, composta da tre medici, un’infermiera e un volontario della parrocchia.

Ultim'ora