domenica, 16 Maggio 2021

Paesi Bassi, UE respinge il ricorso: No alla pesca elettrica

La Corte di Giustizia UE si è espressa con parere sfavorevole sulla "spinosa" questione della pesca elettrica. I Paesi Bassi perdono il ricorso.

Da non perdere

Si è concluso con una sentenza negativa il tentativo da parte dei Paesi Bassi di ricorrere contro la decisione dell’UE di bloccare l’impiego della pesca elettrica.

La Corte di Giustizia europea, infatti, sulla scia dell’acceso dibattito parlamentare, cominciato nel lontano 2019, sulla legittimità dell’utilizzo di reti elettrificate per la pesca, ha deciso di respingere il ricorso mosso dai Paesi Bassi per le possibili conseguenze di carattere ambientale. I Paesi Bassi si erano appellati alla mancanza di studi scientifici univoci sull’argomento, lamentando, per questo, un abuso di potere da parte della Corte UE.

Abuso di potere che sembrerebbe non giustificabile, se si tiene conto del fatto che il legislatore europeo gode di ampio potere discrezionale, proprio per giustificare un’azione quanto più possibile corretta nell’affrontare argomenti di tale rilevanza comunitaria.

Va comunque ribadito che l’impiego di questa particolare tecnica aveva permesso ai Paesi Bassi di guadagnare un grande vantaggio competitivo ed economico rispetto ai suoi diretti concorrenti – Regno Unito, Francia e Belgio – fatto che rende tale sentenza ancor più amara e difficile da digerire per chi sembra detenere saldamente lo scettro del commercio marittimo.

Ultim'ora