domenica, 1 Agosto 2021

Tutti giù per terra. Il passaporto vaccinale per tornare a volare. Le compagnie aeree ci credono.

Secondo Eurocontrol, l’agenzia europea del volo, tra gennaio e febbraio, i voli in Europa sono stati tra il 62% e il 66% in meno rispetto allo stesso periodo pre-Covid. Prenotazioni e investimenti fanno ben sperare.

Da non perdere

I vettori stanno volando con il 20% della capacità. Secondo Eurocontrol, l’agenzia europea del volo, tra gennaio e febbraio, i voli aerei in Europa sono stati tra il 62% e il 66% in meno rispetto allo stesso periodo pre-Covid. Ma prenotazioni e investimenti fanno ben sperare per il futuro

“Supereremo questa crisi e riconnetteremo il mondo” è lo slogan dell’Associazione Internazionale delle Compagnie Aeree (IATA – International Air Transport Association) che, un anno dopo l’inizio della pandemia, non vogliono più restare a terra e stanno studiando come uscire dalla grave crisi che ha fatto precipitare il traffico aereo.

I numeri parlano chiaro. I vettori stanno volando con il 20% della capacità. Secondo Eurocontrol, l’agenzia europea del volo, tra gennaio e febbraio, i voli aerei in Europa sono stati tra il 62% e il 66% in meno rispetto allo stesso periodo pre-Covid.  

Anche i viaggiatori vogliono tornare a volare. Lo dimostra una ricerca effettuata tra l’8 e il 20 gennaio 2021 dalla società Kadence Research sulla propensione al viaggio. Le interviste sono state realizzate nei principali mercati, tra cui l’Italia. Proprio nel nostro Paese, il 76% degli intervistati ha dichiarato di aver prenotato o di voler prenotare un viaggio nel 2021, mentre 3 italiani su 4 si dicono pronti a viaggiare appena sarà possibile.

Passeggeri e compagnie aeree sono dunque pronti per tornare alla normalità, sebbene tutto ciò richiederà sicuramente del tempo, anche a causa delle nuove varianti del virus. Ma “la voglia di partire non manca”, spiega Lorenzo Lagorio, country manager di EasyJet, “e noi ci stiamo preparando”. Come? Le parole chiave saranno flessibilità e sicurezza.

FLESSIBILITÀ

Dopo le polemiche dell’anno scorso su ritardi o mancati rimborsi per i voli cancellati, le compagnie aeree hanno deciso di adottare nuove politiche di prenotazione, cambio e cancellazione voli, basate sulla flessibilità: “i nostri passeggeri possono prenotare in tutta sicurezza”, continua Lagorio, “perché possono decidere fino all’ultimo momento di spostare il volo senza pagare un sovrapprezzo per il cambio, ma soltanto la differenza tra il vecchio e il nuovo biglietto”. Ryanair consente fino al 31 ottobre un massimo di 2 cambi di prenotazione, invece Wizz Air, pagando 2 euro di supplemento, garantisce il cambio senza sovrapprezzi.

Schema di rilascio del passaporto vaccinale

SICUREZZA E PASSAPORTO VACCINALE

Maggiore sicurezza negli aeroporti e sui voli sarà garantita dal digital green certificate. Si tratta del passaporto vaccinale che permetterà ai cittadini dell’Unione Europea di viaggiare durante la pandemia da COVID-19, in modo sicuro e responsabile, nei territori degli Stati Membri.

Il 25 marzo, il Parlamento Europeo ha accettato la proposta della Commissione UE sul rilascio del certificato verde digitale, considerato strumento essenziale per la ripartenza economica di tutti i paesi UE. Con molta probabilità, sarà in vigore entro il mese di giugno.

Il documento servirà a dimostrare che una persona: è stata vaccinata contro il virus COVID-19 o è risultata negativa al test, oppure ha già contratto il virus ma è guarita.

Saranno gli ospedali, i centri di test e le autorità sanitarie a rilasciarlo gratuitamente, in formato sia digitale che cartaceo, nella lingua del Paese di provenienza e in inglese. Ogni documento avrà un codice QR identificativo. Chi non è vaccinato potrà continuare a viaggiare, ma rispettando alcune restrizioni come test obbligatori e periodi di quarantena/auto isolamento.

Il passaporto sanitario per viaggiare sarà quindi disponibile per il più alto numero di persone possibile, a prescindere dalla vaccinazione. Lo potranno ottenere anche i familiari extra UE di cittadini europei, i cittadini extra UE residenti in UE e i visitatori che abbiano diritto di recarsi in uno Stato membro. Sarà valido in tutti gli Stati membri e aperto a Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera.

Ryanair, invece, non chiederà nessun passaporto vaccinale. Il 23 marzo, nel corso di una conferenza stampa di presentazione delle nuove rotte per l’estate dagli scali pugliesi di Bari e Brindisi, il direttore commerciale della compagnia Irlandese, Jason McGuinness, ha annunciato. “Sui voli Ryanair non sarà richiesto un passaporto vaccinale, perché riteniamo che sotto il libero movimento che è garantito in Europa non dovrebbero esserci questi limiti”.

Israele è stato il primo paese a mettere in circolazione il passaporto vaccinale. Permettendo, in tal modo, gli spostamenti interni, la riapertura di ristoranti, palestre, stadi, e luoghi per il tempo libero. Ha aperto le sue porte alla Grecia, il paese Europeo che ha fatto da apripista al digital green certificate.

Entrambe, si sono dette pronte ad accogliere anche i cittadini del Regno Unito, che dall’8 marzo ha avviato “la lunga via verso la libertà” il cui ultimo step prevede la “riapertura dei voli internazionali entro il 17 maggio”. Dopo queste dichiarazioni del primo ministro britannico Boris Johnson, molti cittadini inglesi hanno iniziato a prenotare voli verso Spagna, Italia, Grecia e Turchia. La compagnia low cost EasyJet ha visto aumentare le prenotazioni dei voli del 300% e dei pacchetti turistici del 600%, lo stesso è successo a Ryanair, Wizz Air e British Airways,

I segnali positivi per la ripartenza ci sono. E allora, torneremo a viaggiare? Si, ma con il passaporto sanitario e molto dipenderà dall’effetto dei piani vaccinali dei governi.

Le compagnie aeree ci credono e, intanto, hanno lanciato il loro messaggio di speranza con la Worldwilde Jerusalema Dance Challenge. Hostess, steward e piloti tutti giù per terra a ballare sulle note del famoso tormentone dell’estate ventiventi e a sperare di poter tornare a viaggiare e a volare in sicurezza in tutto il mondo. Il video sta spopolando su youtube e noi ve lo riproponiamo nel link qui sotto. https://www.youtube.com/watch?v=r_I3uZdH7nQ

Ultime notizie