Il Leone, la Deutsche Bank, un debito inesigibile (o quasi) e la procura di Trani. Puntata ricca di spunti e riflessioni, corroborata da una serie di articoli sul nostro giornale.

Un mercato finanziario sempre più scatenato e sempre più fuori controllo, che riesce addirittura a influenzare la politica di un paese libero e democratico come l’Italia.

Immaginatevi cosa può succedere in altre situazioni meno garantite, come in Asia, America Latina e Africa.

L’indagine dei giudici di Trani tende a chiarire se dietro lo Spread (il differenziale del rendimento tra i titoli di Stato Tedeschi e Italiani, o meglio il differenziale di attesa di redditività tra i due titoli) ci sia stato l’incontro benefico e salvifico della domanda e dell’offerta che piace tanto ai sostenitori del liberismo oppure un bell’accordo tra controllori e controllati e informazione prezzolata.

In questo caso tra: Deutsche Bank, Agenzie di rating, Standard & Poor’s e la Fitch, e BCE. Accordo o presunto accordo fatto nell’interesse della banca tedesca e della congrega di banche e di cosiddetti tecnici della finanza che si muovono in armoniosa compagnia per fare gli interessi della loro stessa congrega finanziaria di appartenenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here