La reputazione digitale sotto la lente d’ingrandimento a Bari

by -
0 228
Condividi su Facebook 9 Condividi su Twitter 0

Nessuno in rete è davvero nessuno: potremmo riassumere così il messaggio che Sebastiano Paolo Lampignano lancia a tutti gli utenti del web attraverso il suo libro “Digital Reputation Management”, la cui presentazione è ora in corso presso il Centro Polifunzionale Studenti dell’Università degli Studi di Bari all’interno dell’appuntamento Reputazione Digitale, Innovazione, Sviluppo. L’evento, che darà voce ad alcune importanti esperienze del settore, è promosso dalla Banca del Tempo dell’Università di Bari Aldo Moro.

Lasciandoci contagiare dal dilagante dualismo di questi giorni potremmo chiederci: reputazione digitale sì o reputazione digitale no? In realtà la scelta non spetta a noi. Sebbene in molti pensino che l’unica pubblicità del proprio lavoro sia nella bontà del lavoro stesso, bisognerà comunque fare i conti con il dilagante utilizzo del web e delle piattaforme social. Lì, dove la democrazia regna sovrana, è facile che giungano commenti o gradimenti – non sempre positivi – nei confronti dei prodotti o dei servizi che si forniscono. E la reazione a questi commenti, la gestione di questa realtà oggi assume un’importanza enorme mentre lo scivolone, lo sappiamo, è sempre dietro l’angolo.

Reputazione Digitale, Innovazione, Sviluppo è l’appuntamento che l’Università degli Studi di Bari ha scelto di dedicare alle dinamiche legate alla reputazione digitale per riuscire a destreggiarsi con disinvoltura in quello che per molti è ancora oggi un vero e proprio campo minato e che potrebbe, al contrario, essere vissuto come un’opportunità da utilizzare per una crescita sana e duratura. Lo sottolineano gli organizzatori Giuseppe Pirlo, referente dell’Università di Bari per Agenda Digitale e Smart City e Presidente AICA Puglia, e Alberto Fornasari, responsabile della Banca del Tempo dell’Università di Bari. “In rete la reputazione è una risorsa strategica di straordinaria importanza, che si amplifica o si deteriora con grande rapidità. È quindi necessario imparare a gestirla utilmente per poterne ottenere benefici sia sociali che economici.” Questo il pensiero degli organizzatori.

Tra gli altri saranno presenti all’incontro: Angela D’onghia, Sottosegretario MIUR; Marco Lacarra, Consigliere Regione Puglia e Segretario Regionale del Partito Democratico; Loredana Capone, Assessore della Regione Puglia all’Industria Turistica e Culturale, Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali; Angelo Tomasicchio, Assessore all’Innovazione del Comune di Bari; Vito Albino, Commissario Straordinario ARTI Puglia; Rosalinda Cassibba, Direttrice Dipartimento For.Psi.Com; Donato Malerba, Direttore del Dipartimento di Informatica, Felice Blasi, Presidente Corecom;  Andrea Carnimeo, della Polizia Postale di Bari; Giuseppe Mastronardi, Presidente Nazionale Associazione Italiana Calcolo Automatico (AICA); Vito Macina, Digital Strategist, Camera di Commercio di Bari; Morena Ragone degli Stati Generali dell’Innovazione.

 

Reputazione Digitale, Innovazione, Sviluppo: il programma in breve

9.30-9.45 Apertura

9.45. -10.30 Saluti Istituzionali

10.30-11.15 Presentazione del Libro “Digital Reputation Management” a cura dell’autore Sebastiano Paolo Lampignano

11.15-11.30 Coffee Break

11.30-12.45 Tavola Rotonda “Digital Reputation – gestire, promuovere e difendere la reputazione on line”

12.45-13.00 Conclusioni

NO COMMENTS

Leave a Reply