Il testo racconta di un certo Yanez De Gomera, una sorta di Sandokan del Portogallo, delle sue avventure e della sua vita. La canzone è un omaggio al padre defunto, un vero appassionato dei romanzi di Salgari con il quale è cresciuto leggendoli, di quel papà che ha seguito si dall’inizio la versione in tv di quei racconti.

«Mio padre – ha raccontato Van de Sfroos – ha subito pensato che lo Yanez di Leroy gli assomigliasse anche fisicamente. Mio padre ne era conquistato. Gli ultimi anni della sua vita li ha vissuti a Cesenatico trasformandosi lui, uomo di lago, in lupo di mare. Mi piace immaginarlo ancora sulla barca, come Yanez sul “Praho”. Nel brano immagino lui, anche altri personaggi di quei racconti attualizzati e trasferiti in riviera».

Davide Van de Sfroos nasce a Monza l’11 maggio 1965, è un cantautore e scrittore italiano, e il suo nome d’arte “Van de sfroos” che letteralmente significa “vanno di contrabbando”, vanno di frodo in lombardo e nella sua variante detta laghee o “tremezzino”, diffusa sulle sponde del Lago di Como, prende vita dal commento di un barbiere. Infatti, mentre Davide e i suoi amici parlavano del loro gruppo al loro amico, quest’ultimo disse loro: «Ma è tutta una roba “de sfroos”…».

Il laghee è un dialetto simile a quello milanese, un idioma appartenente al ramo occidentale della lingua lombarda. Lo stesso Van De Sfroos ha spiegato che cancellare i dialetti sarebbe come limare gli Appennini, perché l’Italia se resta unita è anche grazie all’identità dei dialetti. Bisognerà preoccuparsi se un giorno tutti parleremo un italiano commerciale misto all’inglese.

Mariangela Deliso

6 Commenti

  1. Grandissimo davide. questa è una grandissima notizia. E’ il numero 1!!

  2. mizziga . . . appena ho saputo questa notizia non ci credevo . . . sembrava un sogno . . .! sei un mito!
    Vederti sul palco di Sanremo . . . mi farai emozionare ancora di piu’!

  3. Mitico ….Genesio comunque vada a S.Remo per te sarà un trionfo,
    la tua unicità coinvolgerà tutti coloro che non ti conoscono !!!
    Avrai il trionfo che ti meriti “Te se finalment parti’

  4. Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti, tutto a seni e golfi, a seconda dello sporgere e del rientrare … io son di questa sponda …ma il davide e’ mitico per tutti.

    … l’era ora che i lasava canta’ anca in dialett … sempre sti romaa e sti napoletan…

    ciaooooooooooooooooo

  5. Sappiamo tutti che il tuo genere non è da S Remo ma sono veramente contento di vederti su quel palco Sarà un successo comunque Ti auguro un grosso ” IN BOCCA AL LUPO “. Sei il migliore .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here