Rally dei Trulli 2017
Rally dei Trulli 2017

Grande spettacolo nella settima edizione del “Rally dei Trulli”, svoltosi nello scorso fine settimana in Puglia, grazie alla collaborazione di Autotrend, Oleificio Sociale Cassano Murge, Cantina Gentile, Caseificio La Florida e Roads of Puglia. La famosa gara di automobili d’epoca a validità nazionale con strumentazione libera, ha richiamato il pubblico delle grandi occasioni, stimato in più di 20.000 persone, accorse nelle piazze e disseminate lungo tutto il percorso per ammirare i bolidi “vintage”.

A giungere per primo sotto la bandiera a scacchi è stato il driver tarantino Ivo Serio, al volante di una Porsche 911 Cabrio del 1985, con sole 824 penalità. Completano il podio, il potentino Consuelo Luccioni (Citroen Maserati SM del 1972) e il barese Giuseppe Petrelli (VW Maggiolino del 1976). Competizione molto combattuta e serrata con distacchi minimi. I primi 10, infatti, sono arrivati al traguardo separati da meno di un secondo.

Uno degli equipaggi favoriti, quello composto da Alberto Romanazzi Carducci e Luca Loiacono, su BMW 1602 del 1972, ha concluso al sesto posto, a pochi centesimi dal sudamericano Josè Paccione (Alfa Romeo GT Junior del 1973).

Degne di nota le prove speciali del sabato, disputate in condizioni meteo particolarmente difficili, tra pioggia, vento e fango. Altrettanto spettacolare la notturna, svoltasi in un circuito allestito in una frazione di Fasano (Br).

“Siamo molto soddisfatti della grande partecipazione degli equipaggi e del pubblico”, afferma Dario Catalano, presidente dell’Old Cars Club. “Le nostre manifestazioni rappresentano ormai un connubio perfetto tra lo stile retrò di queste auto e la bellezza dei nostri scenari, anche grazie alla disponibilità delle istituzioni”.

“Oltre al Rally dei Trulli”, continua Catalano, “siamo impegnati in altre manifestazioni, che coinvolgono anche le moto d’epoca, non solo in Valle d’Itria, ma anche in tutto il nostro splendido territorio”. Si replica il prossimo anno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here