Lavorare sul digitale iniziando dalle basi: partiranno da questi presupposti i “digitalizzatori” dalla Camera di Commercio di Bari per innalzare il livello della cultura digitale sul territorio pugliese. La loro azione sarà inquadrata nell’ambito di tre progetti presentati nel corso di una conferenza stampa lo scorso lunedì. “Ars Digitalia”, “Eccellenze in digitale” e “Crescere in digitale” – questi i nomi dei progetti – verranno realizzati in collaborazione con Unioncamere, Istituto G. Tagliacarne e Google.

A curare la realizzazione dei progetti saranno Vito Macina e Simone Intermite, i “digitalizzatori”, coadiuvati da Francesco Mininni, funzionario della Camera di Commercio barese. Il termine “digitalizzatori” forse suscita l’idea che si tratti di un gioco. Nella realtà si tratta di un impegno serio. Basta un solo dato per aiutarci a comprenderlo: ogni anno l’Unione Europea stila una classifica dei paesi membri per fare il punto della situazione sul livello di digitalizzazione dell’economia, della società e della Pubblica Amministrazione da cui deriva l’indice DESI (Digitalizzazione dell’economia e della società). In base all’indice DESI 2016 l’Italia si colloca al quartultimo posto, una posizione affatto lusinghiera. E la Puglia come si comporta in questo contesto? “In alcuni ambiti facciamo meglio della media italiana – ha dichiarato Vito Macina, uno dei due “digitalizzatori” – ma restano problematiche importanti la mancanza di risorse e strategie, non c’è continuità, non viene effettuato alcun monitoraggio dei risultati”.

Chiediamo a Vito Macina di aiutarci a comprendere in concreto il ruolo dei “digitalizzatori”: “Tengo a specificare cosa non è un “digitalizzatore”. Non è un concorrente rispetto a coloro che offrono, per lavoro, consulenze alle aziende. Noi cerchiamo di porci come anello di congiunzione tra l’impresa ed il professionista del settore digitale, facendo formazione e gettando le basi per un rapporto più sereno tra loro. Spesso le imprese non hanno consapevolezza delle loro esigenze digitali, per cui risulta difficile il dialogo tra loro ed i professionisti a cui si rivolgono, come quando cercano di dialogare due persone di lingue diverse. Con noi questi due interlocutori imparano a parlare la stessa lingua”.

In cosa consistono i progetti presentati? A chi si rivolgono? Lo vediamo in sintesi partendo da Ars DigItalia, la punta di diamante tra queste iniziative. Diretta evoluzione di Made in Italy – Eccellenze in Digitale 2015, il progetto si rivolge alle imprese dei settori agroalimentare, manifatturiero, terziario e turismo. Gli obiettivi di Ars DigItalia sono fondamentalmente due: promuovere la cultura digitale ed inserire competenze ICT all’interno delle imprese del territorio locale.

La seconda idea progettuale è Crescere in Digitale, un’iniziativa promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nata come opportunità di incontro tra due realtà: da una parte i cosiddetti NEET (Not (engaged) in Education, Employment or Training), ossia i giovani che non stanno affrontando alcun percorso formativo né lavorativo, e che hanno rinunciato alla ricerca di un impiego; dall’altra il mondo delle imprese, in lento avvicinamento alle potenzialità della rete. Il progetto, avviato a settembre con la piattaforma www.crescereindigitale.it, si rivolge ai giovani iscritti al programma “Garanzia Giovani”, offrendo un percorso formativo seguito da laboratori e tirocini retribuiti all’interno di alcune imprese.

Eccellenze in digitale è invece un percorso formativo aperto a tutti, nato per raccontare le novità dell’industria 4.0 e per offrire un concreto aiuto alle aziende affinché acquisiscano consapevolezza del potenziale economico della rete e sviluppino al loro interno competenze digitali. Parola d’ordine: “strategia”. Il progetto giunge quest’anno alla sua terza edizione nazionale, mentre a Bari parte per la seconda volta. Il primo appuntamento formativo si terrà il 28 marzo prossimo alle ore 15.00 presso la Sala Azzurra della Camera di Commercio di Bari. Per partecipare al seminario, dal titolo “Eccellenze in Digitale e Basi di Web Marketing”, è necessario prenotarsi tramite email all’indirizzo macina.ba.camcom@eccellenzeindigitale.it indicando nome azienda e numero di partecipanti.

 

Info

Adesione al progetto Ars DigItalia: compilare la manifestazione d’interesse presto pubblicata sul sito della Camera di Commercio di Bari

Adesione al progetto Crescere in Digitale: iscrivere la propria impresa sul sito www.crescereindigitale.it

Adesione al progetto Eccellenze in Digitale: compilare la scheda di digitalizzazione consegnata durante i singoli appuntamenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here