Il progetto ‘Redemption’ (acronimo di ‘Removal of Debris using material with phase transition – Ionospherical tests’) è stato scelto tra gli otto che saranno sperimentati dall’Agenzia spaziale europea (Esa), all’interno del programma ‘’Rexus/Bexus’’: lo spray sarà sperimentato a bordo di un razzo sonda che l’Esa prede di lanciare nel marzo 2012 dalla base di Kiruna, in Svezia.

In pratica sul detrito si spruzzerà una particolare schiuma, capace di espandersi fino a 10 volte e indurirsi, e che trascinerà  il rifiuto fuori dall’orbita o lo farà  precipitare a causa del peso (ci penserà  poi l’atmosfera a bruciarlo definitivamente).

Nello spazio attorno alla Terra orbitano numerosissimi detriti che sono satelliti inoperosi, frantumi di lanciatori, frammenti dovuti a collisioni, esplosioni, che possono essere anche intenzionali. Hanno una velocità molto elevata, per cui, quando collidono con altri satelliti, provocano dei danni anche gravissimi. Inoltre, se sono abbastanza grandi e a quota sufficientemente alta, restano in orbita praticamente per sempre.

Fino ad oggi questo problema non è ancora molto grave, ma certamente lo sarà, con l’aumento dell’attività spaziale e con la conseguente produzione dei detriti. Ma ora con questo nuovo spray speciale anti-rifiuti la situazione sarà sicuramente molto diversa.

Elisabetta Paladini

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here