A disposizione dei cittadini ci saranno medici specialisti che cercheranno di effettuare colloqui e distribuire materiale informativo, al fine di educare al corretto monitoraggio della cefalea, all’adeguato trattamento degli episodi di mal di testa e alla eventuale terapia di prevenzione.

Il mal di testa è una patologia molto diffusa: in Italia ne soffrono 26 milioni di persone , di cui la maggior parte donne. È anche una malattia sociale che fa perdere oltre duecento milioni di ore di lavoro all’anno e che incide sulla qualità della vita di chi ne è colpito. Del mal di testa esistono  patologie molto diverse fra loro: l’emicrania, la cefalea tensiva e la cefalea a grappolo sono le tre principali forme di cefalea primaria.

Le cefalee secondarie sono invece dei sintomi indicativi di altri disturbi (allergie, difficoltà digestive, sinusite, ipertensione o artrosi) o scatenati da un motivo preciso, come l’assunzione o la mancata assunzione di particolari sostanze quali caffeina, alcool o alcuni tipi di farmaci.

Ma prevenire il mal di testa è possibile. È necessario controllare la propria dieta, eliminare o ridurre il fumo e l’alcol, fare  attività fisica, cercare di gestire ansia e stress.  La prevenzione attraverso i farmaci, invece, è consigliata nei casi di dolore cronico o frequente e nelle forme di cefalea particolarmente dolorose. Tuttavia per maggiori informazioni sarebbe il caso  di partecipare alla Giornata nazionale in programma quest’oggi.

Per maggiori dettagli sull’evento e per sapere dove trovare gli specialisti in occasione della Giornata Nazionale, basta consultare il sito www.sisc.it

Elisabetta Paladini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here