Torino, sesso in cambio di un posto da titolare

La Polizia Postale di Torino ha arrestato un allenatore del calcio giovanile che ha chiesto sesso in cambio di un posto da titolare. L’arresto è scattato a seguito di una denuncia per violenza sessuale fatta dai genitori di un aspirante calciatore.

Lo sport, quello che dovrebbe essere l’ambiente più pulito, si è trasformato, per alcuni ragazzi del calcio giovanile torinese, in un covo di sporcizia. In un mondo in cui essere se stessi diventa difficile tanto quanto inseguire un sogno, un allenatore ventenne ha molestato, fisicamente e attraverso la chat, alcuni componenti della sua squadra. L’allenatore è ora agli arresti domiciliari con il divieto di usare mezzi informatici per comunicazioni esterne. L’inchiesta, contro lo sfruttamento sessuale nell’ambito della realtà torinese, è in corso da più di un anno e la Procura di Torino sta coordinando le indagini al fine di ulteriori accertamenti.

NO COMMENTS

Leave a Reply