Con la sentenza numero 25674, la suprema Corte ha in pratica aperto le porte alla possibilità di coltivare una pianta di “maria” sul balcone di casa. Dopo anni di battaglie legali, ricorsi e sentenze in Cassazione, che negli anni hanno in maniera quasi alternata, stabilito la leicità o meno della coltivazione privata della cannabis, sembra essersi aperto uno spiraglio contro l’estremo proibizionismo.

Una breccia nel muro dell’inflessibilità delle norme che vorrebbero la punibilità del possesso di stupefacenti anche per quantitativi minimi e che ha portato negli anni, all’assoluzione o alla condanna dell’imputato a seconda della quantità e della maturità delle piantine di canapa possedute.

La sentenza della Corte di Cassazione è arrivata in seguito al ricorso del procuratore generale della Corte di Appello di Catanzaro contro l’assoluzione di un 23enne di Scalea, sorpreso dalle autorità con una pianta di marijuana sul balcone.

Il principio dell’assoluzione nascerebbe dal fatto che nonostante il rigido orientamento delle norme sugli stupefacenti, coltivare una sola piantina non ha alcuna portata offensiva, la “modestia dell’attività posta in essere emerge da circostanze oggettive di fatto, come in questo caso la coltivazione di una piantina in un piccolo vaso sul terrazzo di casa con un principio attivo di mg 16, il comportamento dell’imputato deve essere ritenuto del tutto inoffensivo e non punibile anche in presenza di specifiche norme di segno contrario”.

Secondo questa sentenza quindi, non solo non è punibile alcun comportamento non previsto dalla legge come reato, ma non è punibile nemmeno il reato che non procura danni a nessuno.

“La coltivazione di una sola pianta di canapa indiana, in conclusione, “non e’ idonea a porre in pericolo il bene della salute pubblica o della sicurezza pubblica”. Una sentenza questa, che sembra aver creato un importante precedente nella giurispudenza e che, sicuramente, accenderà un focolaio di polemiche non da meno.

Nicoletta Diella

25 Commenti

  1. sacrosanto e giustissimo. ora devono solo fissare limiti per la detenzione personale, e stabilire in maniera chiara, nero su bianco, quante piante è possibile tenere in casa. dai che forse usciamo dal medioevo!

  2. secondo me, leggendo quanto sopra riportato ora è legale avere questa pianta come altre piante di tipo ornamentale e rimanga quindi proibito l’uso.
    un’europa migliore per i nostri figli ?

    1) rendere illegale il tabacco
    2) rendere illegale tutti gli alcolici con più di 9 gradi
    3) rendere illegale la pubblicità di tutti gli alcolici
    4) rendere legale l’uso di piccole quantita di marjiuana per uso personale (come per gli alcolici)
    5) pubblicizzare informazioni mediche riguardo a questa pianata e non solo che il tabacco fà male e l’alcol anche, questo ormai si è capito)

  3. Riferito al commento precedente… ma non ti sembra di esagerare? Non è rendendo illegale tutto quanto che si risolve il problema, perchè come ben sai tutte le droghe sono illegali al giorno d’oggi eppure guarda un po’ che giro che c’è… per un’europa migliore non serve questo, serve educare la mentalità! Piccole quantità non fanno male a nessuno, ma la volontà di fermarsi deve arrivare da una coscienza individuale e non dalla “paura di essere beccati”… produrrebbe l’effetto contrario altrimenti!
    Una canna ogni tanto non fa male, come non fa male un bicchierino di superalcolico… fanno male dieci canne e dieci bicchieri ;-) Non bisogna rendere tutto illegale, ma educare la persona! Allora si che si risolverebbe la situazione!

  4. Ma quando mai ! Non bisogna rendere illegale qualcosa che già c’è! Sta alle persone scegliere per se stesse, un soggetto che vuole ” sballarsi” lo fa in qulasiasi modo!
    Bisogna uscire dalla concezione della sicurezza, il controllo non ci da più sicurezza ma più costrizione. Naturalmente mi riferisco alla sfera prettamente personale. Ognuno deve essere libero di fare senza ledere agli altri!

  5. vai legalizziamo la maria…cioè finalmente hanno capito ke sta robba nn fa un cazzo…speriamo ke nn sia una presa in giro veramente sarà la svolta….viva la ganja

  6. quindi in sostanza siamo sicuri al 100 x 100 che non è una mezza bufala e che poi non verrano fuori storie a causa di un’errata interpretazione???

  7. notizia, ma tu hai mai fumato una canna d’ erba? perchè per come ne parli sembrerebbe chissà quale diavoleria planetaria sia. una canna è solo una canna… ed è pure terapeutica. magari vietarla ai minori di 18 anni… ma legalizzarla si e togliere milioni di euro alle mafie. se tu proibisci qualcosa come l’alcool, il tabacco, e ancor peggio la “maria” (che fa meno male dell’alcool) favorisci solo la malavita. io l’erba la uso per alleviare i dolori ai reni(rene policistico) ed è miracolosa. ti consiglierei di farti una capatina ad Amsterdam… la città più civile, funzionale,ricca, che io abbia visitato in europa, un senso civico altissimo! noi in confronto siamo rimasti al medioevo. l’europa ci fa ciao.. altrochè. secondo te mi dovrei fare un mese di carcere per una canna, una sigaretta o un bicchierino di Jack! ma dai… ti consiglio di farti un giro in europa… ti accorgerai di quanto l’italia sia rimasta in dietro…

  8. Ma cosa dici?? Sei pazzo?? Illegali gli alcolici con più di 9 gradi?? Questa è buona!
    TUTTO fa male nelle quantità esagerate, fa male l’alcol come anche la marjiuana…non diciamo banalità da ragazzini per favore!

  9. Bella notizia, speriamo sia il primo passo per depenalizzare l’uso di droghe leggere.
    Il proibizionismo porta solo criminalità.

  10. ma per favore copme fate a dire che le canne in piccole quantita fanno bene!!!
    l’effetto della marijana sono le endorfine sostenze prodotte dal cervello che fnno bene a tutto il corpo e che vengono rilasciate in quantita maggiori nello sport e nel sesso quindi ok una cannetta per uso terapeutico ma anche una gra belle SC***TA

  11. NOn è una bufala ma non significa che si possa fare un guerrilla farm sul balcone . Coltivare una piantina non è reato UNA non 25 . Il problema che si tocca la mafia e gli spaccini quindi ovvio si alzano le voci . Autocoltivi non ti sbatti cercarla spesso trovi roba di merda vedi il fumo peresempio che tutto è tranne che fumo. La ganja costa un casino spesso ammonaicata e spesso schifosa . autocoltivando invece sai cosa fumi e sopratutto fotti la mafia il governo non sara’ daccordo quindi considerate cio ORA non è reato coltivare 1 sola pianta ma tra mesi io non so cosa succederà . Il guaio che la polizia e cc passano il loro tempo cercare chi autocoltiva storie di miliatari che si lanciano con il paracadute su campi di canapa cosa demenziali ,gente sbattutta al gabbio per anni .Però se scopi minorenni, pippi cocaini e ti chiami BERLUSCONI tranquillo stai . io sono di religione rasta quindi per me la ganja serve per meditare oltretutto sono convinto che coloro che la vietano non siano esseri umani so che farà sorridere ma consiglio di cercare le discendenze di sangue di babilonia . Quindi fate occhio che ora non è reato tra mesi però chi potrà dirlo .
    Jah bless

  12. alessio fumare marijana nn porta produzione di endorfine se non come effetto secondario e limitato..nnè per quello che è terapeutica…è un antidolorifico perchè i ricettori perquesta sostanza (si, il nostro corpo ha dei ricettori specifici per la cannabis)stanno anche nel midollo spinale che è scientificamente associato al dolore…

  13. Scusate, ma nell’articolo c’è scritto ke la massima quantità ammissibile è di 16 mg di THC…
    tenendo conto di un 15-16% di THC, ogni g di fiori dovrebbe contenere 150-160mg di principio attivo, molto oltre i limiti… o no??… sono io che sbaglio o è una cosa un pò senza senso???

  14. Ragazzi io spero solo che ci consentano di tenerci un paio di piante a testa in giardino… almeno a chi piace fumarsi la ganja come avrà l’opportunità di gustarsi il frutto del proprio lavoro e soprattuto un’erbone di prima qualità!
    Ricordate che stiamo parlando di una PIANTA che l’uomo utilizza e venera da migliaia di anni per le proprietà mediche (cura mali dall’emicrania al cancro), perchè ci si fa qualsiasi tipo di vestito (migliore di qualsiasi tessuto sintetico), perchè se ne può ricavare del combustibile (dalle lampade a olio ai carburanti per auto), perchè ci si potrebbero costruire mobili, fare la carta (cosi evitiamo di distruggere definitivamente il polmone del mondo… l’amazzonia….
    Non si può proibire una pianta… qualunque essa sia… specialmente questa! Io la voglio usare a scopo di lucro, un altro per il mal di testa, un altro per farci benzina, un’altro come alternativa alla chemioterapia e te che stai leggendo sicuramente potresti farci tante di quelle cose che manco ti immagini… il problema è che siamo troppo pochi a parlarne e questa pianta cambierebbe l’economia mondiale, ridando il potere economico alla gente che lavora i campi invece che a ciccioni obesi sulle loro poltrone dietro una scrivania, mai sazi di potere e denaro.
    VIVA LA GANJA… E VIVA LA GANJA LIBERA!

  15. fabio devi capire che è per questo motivo che nn la legalizeranno mai la pianta della vita!!!!!!!
    e pur troppo tanta gente queste cose non le sa!!!!! viviamo in un mondo di bigotti!!!!!
    se io fumo 10 canne e un’altro beve 10 grappe da chi ti faresti portare a casa????? la gente risponde 10 grappe perchè la ganja è drogaaaa!!!!!!!!!ma non sa che cambia solo lo stato d’animo e non l’atteggiamento!!!!!!mentre l’alcol rende cattivi ti gira la testa malattie al fegato!!!! poi se fumi una canna sei drogato invece se bevi un grappino non sei alcolizzato!!!!!!!!!i media i giornali sono tutti strumentalizzati dal vaticano i governi le mafie e le banche e pur troppo dobbiamo scordarci la pianta della vita xchè essa farebbe dimagrire quei ciccioni grassi che muovono l’economia mondiale e invito tutti quelli che sparano stronzate senza sapere davvero cosè la marjuana di farsi una cultura prima di dare un giudizio

  16. Combattere droga, prostituzione e gioco con il proibizionismo non porterà mai da nessuna parte! Questa sentenza dimostra che forse dopo anni e anni di filosofia del diritto lo si sta capendo…

  17. Vamos seguiamo il modello della Spagna… goccia a goccia si spacca anche la roccia ARRIBA ITALIA! LEGALIZEEE IT!!

  18. Molto bene…allora rendiamo legale anche la prostituzione forzata che ha luogo nelle cosìddette “case chiuse” , no??…tanto non arreca danno alla collettività… chi dice che la sentenza della Cassazione crei un precedente per “legalizzare” (e dunque non punire) ogni presunto reato che non arrechi danno immediato alla collettività, a parer mio, è in torto. Tutti ci lamentiamo che l’ italia va male e che abbiamo leggi che non funzionano. Io studio giurisprudenza, e secondo me il nostro sistema( soprattutto per quanto concerne il diritto privato)è uno dei sistemi che ,codicisticamente parlando, disciplina le fattispecie più varie, quindi più completo. Il problema ovviamente è l’ esecutivo. Ma se ogniuno di noi non comincia facendo il “suo” ( in questo caso cominciando dalla quantità di droga considerata ” da uso personale”, la quale da molti viene considerata GIUSTa E DA “NON PUNIRE” ) come possiamo pretendere che si arrivi a riforme di giustizia più ampie??
    Io non dico di portare in carcere ragazzini che vengono trovati con mezzo grammo d’ erba in tasca, ma nemmeno di giustificarne totalmente l’ operato. Bisogna iniziare ad assimilare ed interiorizzare le nostre leggi. SE ESISTONO UN CAVOLO DI MOTIVO CI SARà , NO????

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here