Secondo le indagini svolte da Marty, durante gli anni della guerra in Kosovo e nel decennio successivo, un gruppo appartenente all’Uck, Unione di liberazione per il Kosovo, chiamato ‘Gruppo di Drenica’, sarebbe stato protagonista di traffico clandestino di reni. Secondo quanto riportato nel dossier, in quegli anni vennero rapiti centinaia di serbi e collaborazionisti albanesi che, dopo un periodo di prigionia nelle basi della guerriglia dell’Uck, venivano uccisi con un colpo di pistola alla tempia.

Successivamente i loro corpi venivano trasportati in una clinica a 20 km da Tirana e qui venivano asportati loro i reni che venivano venduti clandestinamente a cliniche private dell’Europa dell’Est. In questa losca faccenda sarebbe coinvolto anche il dottor Shaip Muja che è oggi uno dei consiglieri e uomini di fiducia del Premier kosovaro Hashim Thaci.

Serena Tondo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here