banche venete
banche venete

Uffici e e sportelli regolarmente aperti in tutte le filiali di Veneto Banca e Popolare di Vicenza, i due istituti veneti che da oggi di fatto non esistono più dopo il fallimento ordinato e il passaggio di una parte delle attività, quelle sane, a Intesa San Paolo al prezzo simbolico di 1 euro. Dal salvataggio sancito da un decreto del Consiglio dei Ministri e avallato dalla Commissione Europea, nascerà un gruppo con oltre 6.000 sportelli e 100.000 lavoratori. Tuttavia, il piano comporterà la cancellazione di circa 1.000 sportelli delle banche venete oltre ad una previsione di 4.000 esuberi tra prepensionamenti e uscite volontarie.

L’esborso netto per lo stato sarà pari a 5 miliardi che il Ministro Padoan conta di recuperare e che, spiega, non incideranno sui saldi di Finanza Pubblica, più altri 12 miliardi che verranno messi a disposizione sotto forma di garanzie.

«Un intervento legittimo e doveroso», spiega il Premier Gentiloni, «Non un regalo ai banchieri. Chi lo sostiene fa cattiva propaganda, e chi ha fatto danni negli ultimi 10-15 anni deve pagare».

La Banca d’Italia assicura che saranno tutelati tutti i risparmiatori e i creditori senior con misure di ristoro per i titolari di bond subordinati. I clienti non subiranno alcuna conseguenza da questo passaggio.  «Un’operazione necessaria», osserva il Presidente di Intesa, Gros-Pietro, «è stato scongiurato l’effetto domino».

In effetti saranno messi in sicurezza 50 miliardi di risparmi, tutelati 2 milioni di clienti, incluse 200.000 piccole imprese. Ma i rimborsi sull’intero valore di bond subordinati riguarderanno solo i piccoli risparmiatori.

C’è un esercito di migliaia di azionisti titolari di obbligazioni delle banche che ha già perso praticamente tutto, nel momento in cui non hanno accettato dopo il tracollo degli istituti la proposta di recuperare appena 9 euro ad azione contro i 62 euro di ultimo valore.

Intanto il titolo Intesa corre in borsa e guadagna a metà mattinata il 3,5 %.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here