“È tutta colpa della politica?”: la recensione

“Piove governo ladro!”. Passano gli anni ma certi motti sono duri a morire, specialmente quando è la cronaca a rafforzarli e a renderli sempre attuali. Immancabili sulle bocche di chi prende il bus o è in coda alla posta. Ma il primo, ha comprato il biglietto? Il secondo paga tutte le tasse?

È tutta colpa della politica? (Rubbettino, 2016, pp. 106, € 9) propone questo ribaltamento di prospettiva. A firmare l’agile e grintoso saggio sono Massimiliano Di Bitetto (direttore del Dcspi al Cnr), il barese Gianluca Galotta (dottorando in Filosofia nell’ateneo di Tor Vergata oltre che docente nelle scuole superiori) e Paolo D’Anselmi (consulente di organizzazione aziendale).

I tre autori esaminano gli aspetti salienti del fenomeno: “evasione dal lavoro” cioè quella parte di lavoro che non si svolge a danno della collettività; l’italico “piangersi addosso”; e la mancata rendicontazione della spesa di istituzioni e imprese.

Come brillantemente esemplifica il testo, i corresponsabili dello status in cui versa il Belpaese siamo tutti noi. Per farlo richiama in causa il cosiddetto “Barbiere di Stalin”, ovvero il suddito che ogni giorno gli faceva la barba, quasi dimenticando di avere in mano l’oggetto che avrebbe potuto liberare tutti dalla tirannia.
Stimato al 30%, il lavoro non rendicontato è tanto, pari al doppio dell’evasione fiscale: cifre che assai pesano sul tenore di vita italiano. Altro male, quasi uno sport nazionale, è quello della scontentezza cronica, del lagnarsi senza agire.

E le soluzioni? La stampa può di certo fare la sua parte, “dando conto non solo del ferito, ma anche del portantino”; la giustizia potrebbe inserire la valutazione della performance dei magistrati in base ai ribaltamenti delle sentenze; infine si potrebbe favorire il sorgere di una sfera pubblica europea, operazione complessa vista la mancanza di un unico popolo continentale.

È tutta colpa della politica? dà educatamente uno schiaffo al lettore, ricordandogli qual è il suo ruolo in quello scricchiolante pontile sul Mediterraneo chiamato Italia.

NO COMMENTS

Leave a Reply

3 × 3 =