Milano, ricoverato a luglio al Policlinico di San Donato: bimbo vegano affidato ai nonni

by -
0 124
Condividi su Facebook 3 Condividi su Twitter 0

É stato affidato ai nonni in mattinata il bambino vegano che, nel mese di luglio, era stato ricoverato d’urgenza al Policlino di San Donato di Milano, a causa di seri problemi cardiaci, presumibilmente legati al suo parziale stato di denutrizione. Troppo compromessa la posizione dei genitori, troppo grave la colpa loro imputata: come accertato dalle indagini della Polizia di Milano, la coppia era abituata a nutrire il neonato con una dieta vegana, senza alcun tipo di cibo di derivazione animale (esclusi, fra le altre cibarie, latticini e uova).

La decisione, clamorosa sotto certi punti di vista, è stata presa dal Tribunale dei minori del capoluogo lombardo, che, d’altra parte, ha preferito la linea morbida nei confronti della madre del bambino. Come stabilito infatti dallo stesso Tribunale, per la donna sarà possibile incontrare il piccolo senza alcun divieto. Scongiurato, dunque, il pericolo di una totale separazione fra genitrice e figlio, sebbene, a tal proposito, per non andare incontro ad ulteriori provvedimenti, è fondamentale che i nonni si impegnino a garantire al piccolo un’alimentazione adeguata. Se ciò non avvenisse e se i medici pediatri, assieme agli assistenti sociali del Comune, verificassero anomalie o improvvisi e nuovi peggioramenti di salute, il rischio della comunità protetta sarebbe elevato.

 

NO COMMENTS

Leave a Reply

venti − 12 =