Strage Parigi, Salah Abdeslam estradato in Francia

by -
0 979
Condividi su Facebook 1o Condividi su Twitter 0

Salah Abdeslam, l’unico in vita dei commando terroristici del 13 novembre in Francia, arrestato a Bruxelles il 18 marzo, nel quartiere di Molenbeek, quattro giorni prima degli attentati all’aeroporto Zaventem e alla metro della capitale belga, è stato estradato oggi dal Belgio e consegnato alla Francia. Negli attacchi alla capitale francese furono uccise 130 persone.

La notizia, anticipata stamattina dal quotidiano belga Dh, è stata confermata dal procuratore federale belga. Abdeslam è stato affidato alle autorità francesi nel quadro del dossier relativo agli attentati di Parigi “in esecuzione del mandato di arresto europeo consegnato il 19 marzo 2016 dalla Francia”, come si legge nella nota diffusa dalla Procura federale di Bruxelles. Abdeslam è arrivato in Francia poco dopo le ore 9 e sarà portato davanti ai giudici istruttori già oggi.

Il nuovo avvocato francese del terrorista, Frank Berton, in un’intervista a La Voix du Nord, ha detto che Abdeslam “vuole spiegarsi al più presto davanti alla giustizia francese. Ciò che conta – aggiunge Berton – è che abbia diritto a un processo equo, che venga condannato per le cose che ha fatto, non per quelle che non ha fatto”.

La notizia arriva il giorno dopo la messa in onda delle immagini che ritraggono il fratello di Salah Abdeslam, Brahim, mentre si fa esplodere dentro il café Comptoir Voltaire di Parigi il 13 novembre. Diffuse dalla tv francese M6, le immagini hanno scatenato forti polemiche per la loro violenza. Si assiste infatti all’arrivo di Brahim nel centro del locale, tra i tavolini pieni di persone ignare di quello che sta per succedere, si ferma e innesca la sua cintura esplosiva. In quell’attacco non si registrarono morti, tranne il terrorista, e una quindicina di feriti.

NO COMMENTS

Leave a Reply