Secondo i risultati della ricerca, il 53% utilizza internet e il computer frequentemente, il restante 47% lo usa in maniera discontinua. Per quanto riguarda le zone d’Italia, la rete è usata molto di più dai ragazzi meridionali. C’è chi la utilizza per controllare la posta via e-mail (90%), c’è chi si connette solo una volta al giorno (71%), c’è chi utilizza il computer come strumento per effettuare ricerche e studiare (83%).

E’ stata sfatata una credenza popolare: internet ha sempre avuto pro e contro nella vita dei giovani. I pro vengono sottolineati dalla ricerca sopracitata, i contro vengono invece messi in rilievo da studi che hanno accertato l’uso della rete per chattare e per stabilire nuove amicizie virtuali. Pensiamo ai social network e a Facebook, che hanno conquistato il mondo. Ogni giorno, ogni ora, ogni minuto, per molti è scandito da uno stato di Facebook o da un link pubblicato sul proprio profilo.

A esso sono legati problemi sociali e di altro tipo ma il risultato della ricerca di Isfol-Asstel, dichiara l’esatto contrario, mettendo in luce le qualità di internet. E’ considerato ancora un valido strumento di studio e per effettuare interessanti ricerche. I giovani italiani riescono ad unire per bene l’utile al dilettevole, pensando alla cultura e al gioco insieme. Molto spesso, i più piccoli imparano i primi elementi del proprio sapere con semplici applicazioni in rete, stando attenti naturalmente dai pericoli ad essi connessi.

Daniele Fox

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here