La beffa per il coniuge tradito è che sovente ha l’occasione di conoscere l’insospettabile amante del partner. Gian Ettore Gassani, presidente dell’associazione avvocati matrimonialisti, nello stilare la classifica delle cause delle separazioni e delle città italiane a rischio sindrome “Guerra dei Roses” ha dichiarato che gli italiani arrivano a creare delle vere e proprie vite parallelele, a volte correlate dalla nascita di figli concepiti fuori dalla relazione “convenzionale”.

Il principale obiettivo degli investigatori privati infatti, è mirato a controllare gli ambienti di lavoro del partner “sotto controllo”. Tra i luoghi di lavoro “maggiormante” a rischio ci sarebbero gli ospedali e le cliniche, gli studi professionali, le redazioni giornalistiche e i pubblici uffici e banche. Basse percentuali riguardano anche i tradimenti a sfondo omosessuale 7% dei mariti, 5% delle mogli.

I campanelli d’allarme per il coniuge tradito sarebbero da ricercare negli atteggiamenti del marito o della moglie che commette degli errori quali: abuso delle telefonate sul cellulare in entrata ed uscita o cellulare sempre spento, sms e e mail compromettenti non cancellati, scontrini di ristoranti e ricevute di alberghi non distrutti. Altri errori determinanti sono chiudersi in bagno per telefonare o portare sempre con sé, in ogni luogo della casa, il cellulare.

La classifica stilata da Gassani evidenzia che l’Italia è il Paese che detiene in Europa il record di relazioni amorose sul luogo di lavoro, seguita nell’ordine da Germania, Francia ed Inghilterra. Milano è la città italiana in cui si consuma il maggior numero di tradimenti, seguita da Roma, Bologna, Torino. Nel Sud Italia, la capitale del tradimento è Napoli.

Nicoletta Diella

1 commento

  1. Sempre più italiani sgomitano per fare gli straordinari, sempre più italiani rincasano stanchi dopo un’intensa giornata di lavoro, ma addirittura rovinare la famiglia… che ne pensate?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here