iPhone X
iPhone X di Apple
Apple lancia un’altra sfida. Tim Cook ha portato sul palco iPhone X, ossia lo smartphone che era il vero protagonista di tutti i leak e di tutti i mock-up, e che avevamo creduto essere iPhone 8. Il telefono (se così si può ancora chiamare) celebrativo del decennale della sua specie si presenta con un esclusivo display da 5,8″ che offre una qualità dell’immagine davvero impressionante. Parliamo, in numeri, di un contrasto di 1.000.000:1 (iPhone 8 Plus arriva a 1300:1), di una densità di 458 ppi (iPhone 8 Plus si ferma a 401 ppi) e di una risoluzione pari a 2436×1125 (iPhone 8 Plus arriva a 1920×1080).
Il display è, senza dubbio, alcuno la prima novità che balza all’occhio, essendo il cuore del nuovo design privo del tasto Home.
Non è, però, quella che rimane più impressa: è stato infatti confermato ufficialmente il Face ID, che sostituisce il Touch ID rimasto su iPhone 8. Niente più riconoscimento dell’impronta digitale, ma riconoscimento facciale mediante un dettaglio mapping del volto, che non si fa ingannare da una foto e che vi riconosce a prescindere da cosa indossiate o da quanto sia cresciuta la vostra barba. Apple si dice così certa dell’efficacia di questa tecnologia che potrete anche utilizzarla per pagare mediante Apple Pay. Grazie a Face ID, basterà uno sguardo del proprietario per sbloccare il vostro iPhone X, i cui dati non potranno quindi essere trafugati da nessuno che non abbia la vostra faccia.
Con un tracciamento facciale così dettagliato, che analizza e proietta oltre 30.000 punti del volto per mapparlo, non si poteva certo essere da meno nel comparto fotografico, soprattutto per quanto concerne la fotocamera frontale. Apple ha deciso di ribattezzarla True Depth Camera grazie alla profondità che concede ai vostri scatti, con tantissime impostazioni per dei selfie perfetti in ogni condizione di luminosità e di fronte a qualsiasi tipo di sfondo. Se i selfie non fanno per voi, potreste dilettarvi con le Animoji, che ad onore del vero ci risultano a metà tra il geniale e l’inquietante: potrete infatti scegliere tra dodici emoji e cambiare la loro espressione facciale in base alla vostra, che sarà identificata e riprodotta fedelmente dalla fotocamera e dal tracciamento del vostro viso. Dal momento che le immagini dicono più di mille parole, potete vedere la tecnologia in azione sul sito ufficiale Apple.
Per non parlare poi della fotocamera principale, quella posteriore, che sempre più spesso fa da discriminante per la scelta di un nuovo smartphone. A chi non piace, nell’epoca dei social, avere in tasca una fotocamera affidabile, semplice da utilizzare ma ricca di possibilità? Apple lo sa bene e per questo motivo ha deciso di esagerare, proponendo una doppia fotocamera da 12 MP con grandangolo e teleobiettivo, con tanto di doppia stabilizzazione ottica, zoom ottico e zoom digitale fino a 10x. I risultati, possiamo dirlo senza remore, sono assicurati, anche nel comparto video: in questo caso, si parla di video a 4K in 24 fps (sì, il frame rate solitamente utilizzato nel cinema), 30 fps o 60 fps, a vostra discrezione. Possibile anche l’utilizzo dello slow motion, che porta il frame rate sui 1080p fino a 120 fps o 240 fps. Possibile anche registrare semplicemente in full HD a 1080p, in questo caso con scelta tra 30 o 60 fps.
Tempo di novità anche per  ciò che si nasconde dentro la scocca, come il nuovo processore A11 Bionic, che Apple definisce il più intelligente mai visto su uno smartphone, essendo capace di 600 miliardi di operazioni al secondo. Si tratta di un vero e proprio cervello che dovrebbe garantire performance rapidissime (del 70% in più rispetto al precedente A10, del 25% nei due core ad alte prestazioni). Migliora anche la GPU, visto la rinnovata attenzione di Apple per i videogiochi e la AR, che garantisce prestazioni del 30% migliori rispetto alla precedente generazione.
Nonostante le novità del comparto hardware e il generoso display, la batteria di iPhone X risulta essere tra i suoi piatti forti, dal momento che la casa di Cupertino promette due ore di durata in più, tra una ricarica e l’altra, rispetto al precedente iPhone 7. Viene sposata anche la ricarica wireless, per un futuro sempre più senza cavi, che vede anche il lancio delle nuove basi AirPower, abbastanza ampie da consentirvi di poggiare tutti i vostri accessori per ricaricarli contemporaneamente.
La scheda tecnica di iPhone X, insomma, è bene assemblata e generosa, al punto che l’insieme di tutte le componenti mostrate da Apple si amalgama molto bene, tra potenzialità per il gioco, comparto fotografico e potenza del nuovo Face ID. Non vi sorprendiamo affatto, quindi, quando vi riveliamo che lo smartphone—in Italia ancora più che altrove—avrà un prezzo esorbitante, ad essere generosi con le parole.
Disponibile in Argento o Grigio Siderale, il nuovo top di gamma della Mela ha un prezzo di 1.189€ per il taglio da 64 GB, mentre per portare a casa 256 GB si pagano 1.359€. Appare chiaro che ad acquistare un terminale simile, a parte le persone dal portafogli particolarmente obeso, saranno coloro che intendono sottoscrivere un abbonamento con un operatore, in maniera tale da dilazionare la spesa nel corso degli anni. Per il momento, i preordini sono attesi per il 27 ottobre, la distribuzione dal 3 novembre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here