Notte di San Lorenzo - fenomeno delle stelle cadenti
Notte di San Lorenzo - fenomeno delle stelle cadenti

Nella ‘notte dei desideri‘ come recita anche una canzone di Jovanotti, tutti col naso all’insù per incontrare una stella cadente nel paradiso celestiale. E’ del fenomeno delle stelle cadenti che parliamo, un appuntamento tanto atteso che si manifesta nella notte tra il 10 e l’11 Agosto.

Ma spieghiamo cos’è una stella cadente.

Nella realtà dei fatti una “stella cadente” non ha niente a che fare con una vera stella! Queste sorprendenti scie luminose che talvolta si possono vedere nel cielo sono causate da minuscoli pezzettini di polvere e roccia detti meteoroidi, che cadono dallo spazio nella nostra atmosfera e qui bruciano per attrito. L’effimera traccia di luce della meteoroide che brucia produce quella che viene detta una “meteora”. Le meteore vengono chiamate comunemente “stelle cadenti”.
Se qualche pezzo del meteoroide sopravvive al bruciamento e raggiunge il suolo terrestre, quello che rimane di lui viene chiamato una meteorite.

In certi periodi dell’anno, è più probabile osservare un gran numero di meteore nel cielo notturno. Questi eventi vengono detti “piogge meteoriche” e avvengono quando la Terra, nella sua orbita intorno al Sole, attraversa delle regioni in cui sono concentrati dei detriti rocciosi lasciati per esempio da una cometa in orbita attorno al Sole. Queste piogge meteoriche vengono chiamate con il nome della costellazione dalla quale sembrano provenire. Per esempio, le Leonidi sembrano originarsi dalla regione del cielo occupata dalla costellazione del Leone.
È importante capire che le meteoroidi (e quindi le meteore) non provengono in realtà dalla costellazione, né da nessuna delle sue stelle. Semplicemente sembrano provenire dalla stessa direzione del cielo in cui si trova la costellazione, a seconda di come e dove la Terra incontra le particelle rocciose, mentre attraversa il percorso dell’orbita della cometa che se le è lasciate dietro. Associare il nome della pioggia meteorica con la regione del cielo da cui sembra provenire aiuta gli astronomi a sapere dove guardare per osservarla!

Nota che una delle migliori e più conosciute piogge meteoriche, le Perseidi, avviene in agosto. Il “picco” della pioggia è quando è più probabile vedere il maggior numero di meteore per unità di tempo, cioè fra il 9 e il 12 agosto circa.

E per i sognatori che non dovessero riuscire a presenziare al classico appuntamento nella notte del 10 Agosto, c’è tempo dunque per rincorrere le stelle almeno fino al 12.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here